Chiudi
Dettagli Interventi

Otoplastica

Rimodellamento orecchie

L'otoplastica è l'intervento che serve per correggere le cosiddette "orecchie a sventola". Questo difetto può conferire al viso un aspetto sgradevole, fra il buffo e l'ottuso, spesso causa di forti complessi di inferiorità, soprattutto nei bambini in età scolare sottoposti alle derisioni dei compagni.

Il difetto si può presentare sotto diverse forme che possono interessare la parte centrale dell'orecchio ("conca"), la parte superiore del padiglione ("antielice"), la parte medio-inferiore ("elice"), o più parti insieme.

Di conseguenza le tecniche chirurgiche sono molteplici e vanno adattate al singolo caso. L'intervento viene eseguito, nella maggior parte dei casi, in anestesia locale senza ricovero, anche se nei bambini spesso è consigliabile l'anestesia generale. Normalmente l'accesso avviene mediante un’incisione sulla faccia posteriore del padiglione auricolare, quindi in un'area nascosta.

Solo raramente può essere necessario praticare incisioni sulla faccia anteriore. Le varie manovre chirurgiche sono finalizzate a rimodellare la cartilagine auricolare laddove malformata, e ad eliminare eventuali forze deformanti. La cartilagine auricolare viene stabilizzata nella nuova forma conferita. I punti di sutura vengono rimossi dopo una decina di giorni. Le cicatrici residue sono, in quasi tutti i casi, non visibili.
Dopo l'intervento è frequente un modesto gonfiore delle aree operate, che può provocare un indolenzimento costante per 3-4 giorni, a volte abbastanza fastidioso, ma comunque controllabile con adeguate terapie antidolorifiche.

Le medicazioni inizialmente sono abbastanza vistose, ma vengono ridotte ed eliminate in 7-10 giorni. È possibile riprendere le normali attività personali e lavorative dopo un paio di settimane. Se ben progettato ed eseguito, l'intervento produce una correzione stabile e definitiva del difetto.

Contattami per una consulenza